Due mesi a Natale

Quando Linus ha pronunciato questa fatidica verità su DeeJay ho fatto un salto sulla sedia. Un po’ perché finalmente ho trovato qualcosa da scrivere sul blog che non riguardi Lost Smilie: :-P un po’ perché come è ben risaputo ho sviluppato un’allergia psicosomatica alle feste natalizie (qui la mia opinione definitiva a riguardo). A dir la verità quest’anno ho accarezzato per un po’ l’illusione di essere già traslocato (l’uso dell’ausiliare sbagliato è voluto, così come in caso leggiate in futuro cose del tipo “ho sceso il cane e l’ho pisciato mentre uscivo la moneta”Smilie: ;) nella mia Tana da single avendo quindi la possibilità di dare il due di picche all’orda parentale che solitamente invade la casa, o comunque scegliere a quali eventi concedere la mia presenza, e la durata della mia partecipazione. Invece sarò ancora costretto all’abbonamento full time.
Cominciare a preoccuparsi con due mesi di anticipo sarebbe un chiaro sintomo di comportamento ossessivo-compulsivo, cosa che in ogni caso non intendo negare, ma il comportamento è assolutamente indotto, dal momento che mia madre ha già cominciato a farmi sclerare con l’ipotetico menu (da qualcuno avrò pur preso, no?).
Vuole fare le lasagne.
Mia madre in genere cucina in maniera più che dignitosa, ma le lasagne non sono nelle sue corde. Conoscendo questo suo punto debole, qualche mese fa ho colto l’occasione e ho chiesto al ragazzo di una mia amica che fa il cuoco la ricetta delle lasagne da orgasmo multiplo che stavo sbafando, ovviamente cucinate da lui. Forte delle sue indicazioni, mi sono permesso di far presente a mia madre una possibile preparazione alternativa, scontrandomi contro un “le mie lasagne sono buonissime!”
Ora, ditemi voi, come possono essere buonissime delle lasagne senza besciamella?

Categoria(e): Le ricette di Zia Gilthas, Me, myself and I

14 commenti a Due mesi a Natale

  1. Esistono ottime lasagne senza balsamella. Per esempio, le lasagne al pesto liguri non la prevedono. Però se vuole fare le lasgne alla bolognese… Senti, per male che vada ti invito a Sesto a mangiare con me e mia nonna, ti inventi una scusa efficace e scappi qui. Un piatto di questi lo rimedi di certo.

  2. e che ci mette?!?

  3. Non possono esserlo.
    Comunque questo post ti fa meritare il titolo di Malefico per acclamazione
    Smilie: ;-)

  4. Silvia: ti ringrazio per l’invito e per questo ti risparmio cosa intende mia madre per ragù alla bolognese…
    N: niente, ti pare? A che serve la besciamella?!
    #6: uai pecché? Smilie: ;-)

  5. Anche senza besciamella sono buone (anzi, ti dirò, quasi le preferisco) E comunque mi sono scompisciata perché me lo sono proprio immaginato questo siparietto ;-D

  6. Silvia: vengo io a Natale con te e tua nonna! Smilie: :D Io i miei parenti a Natale non li reggo più!

  7. Non possono esserlo infatti. Come non lo sono quelle con il prosciutto.
    Tant’è che tutte le derivazione delle lasagna tradizionali (verdi,blu,senza bescia etc) di solito le chiamano lasagnette.
    E bada: non basta darle un ricetta perchè escano buone, ci vuole tempo e tante prove affinchè si possano chiamare lasagne.
    Ottimo il riferimento “ha sceso la moneta” Smilie: :P

  8. AmicaB: io non reggo più il Natale invece…

  9. Gil gradirei moooltissimo la ricetta del tuo amico, perchè a me a volte la crosticina viene un pò duretta e non mi piace. Grazieee

  10. Non so se ti può aiutare, ma i consigli che mi sono stati dati riguardano soprattutto il ragù, che dev’essere fatto con un trito finissimo di tre carni: manzo, maiale e una a scelta – magari una carne ovina. Dopo aver fatto un soffritto di cipolla, sedano e carote si mette la carne e si fa sfumare un bicchiere di brandy. Si aggiunge pochissima passata di pomodoro, giusto per dare il colore, e si fa cuocere il tutto a fuoco lentissimo bagnando con un brodo vegetale, meglio se fatto in casa. Per la preparazione delle lasagne si comincia con la pasta, poi ragù, poi pasta poi besciamella e così via.

  11. ma le lasagne qua le sappiamo fare solo noi, il maggggico trio panda-B-QC ;D

  12. Ma la ricetta te l’ha data il mio enri?se vuoi scappare molto lontano ti posso ospitare io…in cina i tuoi parenti non arrivano sicuramente…

  13. Sì sì proprio lui ^__^
    Quasi quasi natale in Cina… Si raccolgono adesioni alla fuga dal natale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.