[BIIIIP]

Questa settimana, dopo soli ( … ) 3 mesi di attesa, mi è arrivata la tanto sospirata carta BIP. Cos’è la carta BIP? Mi piacerebbe poter dire che si tratta di una Oyster Card in salsa al verde, pardon, piemontese. Mi piacerebbe, perché la Oyster Card è un lampante esempio di una cosa che funziona e che viene incontro alle esigenze dell’utente, pardon, cliente dei mezzi pubblici: la compri nel primo negozio pakistano che ti capita a tiro, ci carichi quello che vuoi, biglietti, abbonamenti, (anche via internet), e la usi.
La carta BIP, invece. La carta BIP(Biglietto Integrato Piemonte) è disperatamente personale, con tanto di foto (microscopica), nome cognome data di nascita. Ha una validità 4 anni ( … ). Online non si capisce se e cosa si può caricare. Offline meno di un settimanale non è previsto (ah, tra l’altro a Torino l’abbonamento settimanale non è valido per 7 giorni dal momento della convalida, no, è valido dal lunedì alla domenica). E ancora le rivendite si devono dotare degli apparecchi per la ricarica.
Tutto ciò nel 2013.
Dieci anni dopo l’introduzione dell’Oyster Card.

Categoria(e): Scazzi quotidiani, Torinese Tipico

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


5 − due =

 

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>